Il Coordinamento dei Movimenti Civici Lombardia per un gruppo autonomo nel Consiglio regionale

Il Coordinamento dei Movimenti Civici Lombardia per un gruppo autonomo nel Consiglio regionale

Il Coordinamento dei Movimenti Civici Lombardia (MCL), ha pienamente condiviso la decisione di Elisabetta Strada, prima degli eletti nella Lista Gori Presidente a Milano, di dar vita ad un Gruppo, in piena autonomia politica e organizzativa, che si collocherà all’opposizione all’interno del nuovo Consiglio della Regione Lombardia.

MCL, che ha partecipato alle recenti elezioni regionali candidando nelle Lista Gori Presidente propri esponenti in diverse province della Lombardia, ha avviato al suo interno la riflessione sulle ragioni della pesante sconfitta subita dal centrosinistra nel rinnovo del Consiglio della Regione.

Ragioni che andranno sicuramente approfondite, anche se è fuor di dubbio che il pesantissimo risultato sia stato favorito dalla decisione del Governo di accorpare in un’unica data le elezioni nazionali con quelle regionali.

Nel centrosinistra c’è sicuramente stata una grande sottovalutazione del tema dell’autonomia, frutto anche dell’incapacità di avere un’incisiva unica proposta in occasione del referendum del 22 Novembre.

L’Autonomia politica e organizzativa in Consiglio regionale è, perciò, quanto mai necessaria per favorire la messa in rete, nei diversi territori lombardi, delle tante realtà che fanno riferimento al Civismo aperto e solidale.

Un obiettivo che, già nelle prossime settimane, vedrà fortemente impegnati gli esponenti di MCL al fine di meglio strutturare la rete di contatti costruita durante la campagna elettorale.