I Civici stanno con Giorgio Gori

I Civici stanno con Giorgio Gori

di Corrado Valsecchi
Fondatore di Appello per Lecco

Quando si apre una competizione elettorale gli elettori guardano ai programmi delle coalizioni, ma soprattutto si accertano della credibilità e autorevolezza del candidato apicale che dovrà avere la capacità di dare attuazione ai progetti presentati durante la fase che precede il voto.
Durante un incontro ” riservato “, molto partecipato,  tra le varie delegazioni provenienti da tutta la regione di esponenti civici e del PD si é confermato che il candidato giusto che risponde pienamente alle richieste del trasversale ed eterogeneo movimento civico lombardo c’è e si chiama Giorgio Gori.

Prima di parlare dei contenuti dell’incontro intendo spendere due parole su Gori.
Per i civici la candidatura di Giorgio, sollecitata più volte dagli esponenti di vari movimenti della cittadinanza attiva, rappresenta l’aria fresca che pervade una Lombardia che é stata incapace di crescere sotto la direzione politica ed amministrativa di Roberto Maroni.

Gori non é un politico di professione, ma una persona che ha fatto un percorso umano e professionale impegnativo e di successo sul versante manageriale e imprenditoriale, in particolare nel settore televisivo e della comunicazione . Si é conquistato nel mondo reale, dove è faticoso emergere, una posizione di grande stima e rispetto da parte di tutti; quando ha deciso di porre termine alla sua esperienza imprenditoriale, anziché godere dei frutti portati dal suo lavoro si é messo a disposizione della collettività, mettendo al servizio di tutti i cittadini bergamaschi l’ esperienza e le sue capacità manageriali, con abnegazione e spirito di servizio.

Quindi non poteva sfuggire ai Civici un profilo politico nuovo come quello interpretato da Giorgio che spesso l’hanno chiamato a portare testimonianze durante incontri pubblici promossi dalle numerose associazioni o liste civiche presenti in Lombardia.

Sollecitarne la candidatura per poi sostenerla é stato un passo fisiologico, coerente e naturale per noi militanti della Cittadinanza Attiva.

Adesso chi ci guiderà a cambiare la Regione Lombardia e a migliorarla l’abbiamo ed é stato all’unanimità applaudito durante l’incontro di sabato 23 settembre presso l’auditorium dedicato a Giorgio Gaber in Regione; un leader motivatore, capace di ascoltare e offrire risposte concrete, con una particolare sensibilità a capire quali sono le esigenze, le aspettative e i bisogni della nostra gente.

In questo incontro Giorgio Gori ha anticipato i temi sui quali concentrerà la sua piattaforma di proposte concrete a partire dalla necessità di dare risposte a coloro che sono stati colpiti dalla recente crisi, un dovere occuparsi delle fasce più deboli della popolazione lombarda.

Per questo il rilancio dei temi che riguardano impresa, lavoro, occupazione, mercati ed economia, trascurati dal Governatore Maroni, rientrano pienamente nel programma di Gori, assieme al diritto alla salute e alle politiche di prevenzione, alla modernizzazione dei trasporti regionali, in particolare quelli ferroviari, che oggi sono in uno stato a dir poco indecoroso e interventi decisi sul corridoio viario che interessa diverse province.

La storia non si fa a suon di “felpe” alla Salvini che pensa di fermare con le invettive un fenomeno epocale come quello delle migrazioni, l’incapacità della Lega di dare risposte e di governare i processi di accoglienza é sotto agli occhi di tutti e questo non fa che aggravare la situazione è alimentare tensioni pericolose e distruttrici del nostro sistema civile e democratico.

La capacità di governare il fenomeno, ridurre le tensioni, consentire ai migranti di operare con attività socialmente utili, alimentare le politiche dell’accoglienza diffusa, stabilire accordi con il Governo e con l’Europa questo é il compito di un amministratore serio, non già quello di sbraitare in maniera scomposta lasciando tutto come é ora come fa questo Governo Regionale di Centrodestra.

Ho voluto riassumere, per motivi di spazio,  solo alcuni dei temi toccati da Giorgio in occasione del nostro incontro. Adesso al lavoro per completare la piattaforma da presentare agli elettori, per far conoscere le idee e le proposte innovative e lungimiranti, nonché il personaggio Giorgio Gori. Noi Civici ci siamo e siamo certi che questa volta gli elettori della Lombardia non perderanno un’occasione unica per cambiare, innovare e migliorare la propria Regione.

Leave a Reply

Your email address will not be published.